Tra tutte le varie tipologie luci da interni, sicuramente quello più ostico è il lampadario. Le difficoltà che si incontrano nel sceglierli sono molteplici. 

Ecco perchè: sul mercato si trovano centinaia di varianti e modelli realizzati nei più disparati materiali. Metallo, vetro, plastiche varie, carta , legno. Le forme più diverse come sferiche, a bracci, solidi, teriomorfe (a forma di animale) ma tutte con una supposta funzione, quella di illuminare.

Come illumina un lampadario da soffitto? Immaginiamo un modello dotato di una fonte luminosa centrale, il fascio di luce si proietterà nella stanza dall’alto, in modo uniforme, rispetto al bulbo. La luce sarà diffusa e fioca mentre le ombre risulteranno appiattite.

La forma del lampadario interferisce con la proiezione della luce, ci sono lampadari sospesi che sono pensati apposta per evitare l’abbagliamento e che, per effetto contrario, renderanno meno nell’illuminazione generale dell’ambiente.

Ricordiamo che la quantità di luce emessa è direttamente proporzionale alla somma dei Watt dell’impianto illuminante, che siano lampadine a led o a risparmio energetico o a filamento.

Risulta pertanto opportuno, oltre che scegliere il lampadario prettamente per motivi estetici, avere presente la funzione che dovrà avere la luce. Cosa dovrà illuminare e soprattutto come dovrà illuminare. Scegliere le lampadine giuste può essere più importante del lampadario stesso!

In questo link potrai trovare un utile articolo sulla scelta delle lampadine.La prima domanda che dovremmo porci è: cosa e come vogliamo illuminare. In funzione della risposta si apriranno diverse soluzioni.

Ad esempio, come illuminare una tavola da pranzo, cosa sarà meglio scegliere? .... clicca sotto per scoprirlo ...